ROMA - PIAZZA DI SPAGNA - 

RESTAURO FACCIATE

Descrizione immagine

L’intervento in oggetto riguarda le tre facciate esterne degli immobili di Piazza di Spagna n.35, Piazza Mignanelli n.3 e n.7 e del piccolo cortile interno senza accesso esterno.

L’intervento consiste nel restauro delle facciate, nella eliminazione delle superfetazioni e nella razionalizzazione delle aperture esistenti al piano terra. Gli interventi di restauro rivolti agli apparati dei prospetti esterni si impostano su metodiche che privilegiano il ripristino delle caratteristiche strutturali del palazzo per fare in modo che il complesso edilizio riassuma il suo antico aspetto. I criteri applicati nel restauro delle superfici architettoniche decorate delle facciate sono quelli, come la normativa prescrive, di assimilarle ad aree dipinte e quindi di restaurarle con tutte quelle cautele e tecnologie che consentono di rimettere il luce il livello di finitura originale per far riacquisire allo spazio quella vibrazione di luci e di colori che fu l’essenza dell’architettura dell’edificio.

Descrizione immagine

Per far questo, si è tratto spunto dalla relazione sull’analisi del degrado allegata alla presente relazione e dalla relazione Storico-artistica che ha permesso non solo di portare alla luce le trasformazioni che le varie architetture hanno subito nel tempo ma soprattutto di indagare l’estetica e l’immagine del carattere maggiormente significativo che si vuole ripristinare.

Alcuni tipi di interventi riguardano tutte le facciate oggetto del restauro. Tali interventi, oltre a quelli previsti per il restauro delle superfici materiche, riguardano la rimozione degli elementi illuminanti ed insegne superflui e in disuso appartenenti al precedente esercizio commerciale (sede American Express).

Saranno inoltre eliminate le canalizzazioni dei servizi elettrici, televisivi e telefonici in disuso, non più utilizzabili o antiestetiche e sarà comunque operata la rimessa in ordine di quelle strettamente necessarie previa opportuna ricerca degli ambiti di percorrenza meno visibili.

Descrizione immagine

Piazza di Spagna, 35

 

Nella facciata di piazza di Spagna n.35 viene eliminata la decorazione in marmo, aggiunta nel secolo scorso per ospitare le insegne del negozio ai numeri civici 36 e 37, insieme alle relative bacheche. Tale decorazione risulta essere estranea al carattere dell’edificio e si manifesta come una superfetazione da rimuovere.

Analogamente verrà rimossa l’insegna metallica posta nel vano del portone al civico n.35 relativa ad una attività cessata.

Si prevede di “riordinare” il prospetto sulla piazza del civico n°35 all’angolo con Piazza Mignanelli. Tale ridisegno, che porterà ad una serie di aperture ad arco a tutto sesto, conferisce al prospetto nuova dignità, unitarietà e coerenza con una fase storica (anni ’20) in cui l’immagine unitaria è ben rappresentata dalle fotografie dell’Archivio Capitolino. A completamento del riordino ed in coerenza con questa nuova impostazione prospettica si sono completamente rimossi fregi e cornici in marmi policromi giustapposti per motivi puramente commerciali negli anni ’30 del XX sec.

Piazza Mignanelli, 3

 

Relativamente invece al prospetto di piazza Mignanelli n.3, la terza apertura da sinistra sarà riportata alle stesse dimensioni che aveva nel 1923, documentato dalla fotografia dell’Archivio Capitolino di seguito riportata.

Descrizione immagine

Dalla foto è possibile notare come le aperture all’angolo tra piazza di Spagna e piazza Mignanelli, indipendenti per morfologia rispetto al resto dell’edificio, presentassero un’apertura fino a terra della terza vetrina a partire da sinistra, che funge da ingresso nella filiale bancaria. Le aperture da realizzare previste nell’intervento del 1923 inoltre mirano a ricucire l’unità architettonica simulando le vetrine del lato sinistro. Si prevede inoltre di uniformare anche l’altezza delle griglie di areazione dei locali al piano interrato presenti al di sotto delle finestre centrali.

Piazza Mignanelli, 7

 

Gli interventi previsti sulla facciata al civico n°7 si limitano alla ricostruzione della cornice di una finestra, probabilmente interrotta in seguito ad un intervento sulle partizioni interne, per ripristinare l’originale unità architettonica delle aperture. Si è presa a riferimento la cornice della finestra a fianco per le altezze da ripristinare.

Descrizione immagine